Rossi: “Patto generazionale su welfare, infrastrutture e Pa 4.0”

martedì 12 giugno 2018

Un welfare e delle infrastrutture sostenibili, oltre a una pubblica amministrazione "4.0". Sono le tre richieste che il presidente Alessio Rossi avanza a nome dei Giovani imprenditori di Confindustria alla classe politica che ha preso la guida del Paese, offrendo l'impegno degli associati ad "assumere più giovani", a "fare scelte industriali che salvaguardino le risorse energetiche, idriche, ambientali" e a "costruire insieme programmi di studio" che mirino all'alfabetizzazione digitale. "Proponiamo un'agenda fatta di sei punti complementari: tre che possiamo mettere in atto noi imprenditori, e tre che chiediamo alla classe politica", ha sintetizzato, "sei azioni che si completano".

 

"Serve un welfare dedicato alla nostra generazione: quella che è costretta ad appoggiarsi alle garanzie dei genitori", ha sottolineato Rossi nel suo discorso in apertura del 48mo Convegno dei Giovani Imprenditori a Rapallo. "Allo sforzo che le imprese hanno compiuto in questi due anni per modernizzare i propri processi produttivi, grazie al piano Industria 4.0, ora deve seguire quello della pubblica amministrazione, per aumentare la competitività di tutto il sistema Paese", ha quindi proseguito. Segnalando infine che "senza infrastrutture non c'è sviluppo", precisando di riferirsi sia a quelle materiali che a quelle immateriali.

 

In allegato, scarica la relazione del presidente Rossi.

 

SF
 

Allegati


INIZIO

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.