Dazi usa acciaio e alluminio Confindustria: preoccupazione per l’escalation.

venerdì 1 giugno 2018

Roma, 31 maggio 2018 - Con un proclama presidenziale emanato oggi, il Presidente degli Stati Uniti rende noto che decadrà l’esenzione temporanea che l’Unione europea aveva ottenuto dai dazi del 25% sulle importazioni di acciaio e del 10% su quelle di alluminio entrati in vigore lo scorso 23 marzo. “Ciò significa che da domani il nostro export siderurgico e metallurgico verso gli USA sarà ingiustamente penalizzato. Gli sforzi della Ue per una risoluzione pacifica della controversia sono stati vani e questo desta grandissima preoccupazione, ma anche un forte bisogno di ribadire l’unitarietà della UE in questa fase cosi complessa e delicata del commercio internazionale”. Cosi il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

 

“Il nostro sostegno all’Unione europea è più forte e deciso che mai. Valuteremo con attenzione le conseguenze e gli effetti sul mercato di questa decisione, ma nell’immediato le cose fondamentali sono tre: la prima è che la UE continui a rimanere unita e non cada nella tentazione di dividersi. La seconda è che ponderi con grande attenzione il possibile impatto della sua risposta, valutando i rischi di una vera e propria escalation che si potrebbe estendere anche ad altri settori industriali. La terza è la necessità di mantenere aperto il dialogo con l’amministrazione americana", ha concluso il leader degli industriali.


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.