Contratti: Confindustria e Federmanager siglano il rinnovo del CCNL dei Dirigenti

mercoledì 31 luglio 2019

 

Roma, 30 luglio 2019 - Il Vice Presidente di Confindustria per il lavoro e le relazioni industriali Maurizio Stirpe e il Presidente di Federmanager Stefano Cuzzilla hanno sottoscritto oggi il rinnovo del contratto nazionale per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi.

 

Il nuovo contratto decorre dal 1° gennaio del 2019 e la scadenza è fissata al 31 dicembre 2023. A livello economico, i nuovi parametri del trattamento minimo complessivo di garanzia (TMCG) vanno da 69.000 euro, con decorrenza 2020, a 75.000 euro dal 2023.

 

Tra le principali novità previste dal rinnovo c’è l’avvio delle politiche attive e della formazione dei dirigenti che perdono il posto di lavoro a seguito di ristrutturazioni aziendali. Sarà 4.MANAGER, un'associazione costituita dalle parti, a cofinanziare, con il contributo dell’impresa, le attività di ricollocamento del dirigente.

 

Sono state inoltre implementate le coperture nel campo della sanità integrativa e della non autosufficienza a favore degli assistiti dall’apposito fondo contrattuale.

 

Per la prima volta, è stato introdotto un articolo sulle pari opportunità con particolare attenzione all’equità retributiva tra dirigente uomo e donna.

 

In tema di previdenza complementare, infine, è stata rafforzata la dotazione del fondo Previndai già istituito dalle parti contrattuali, ampliando così le tutele a favore dei dirigenti.
 


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.