Accordo UE-Cina, Confindustria: bene gli impegni ora dare attuazione

mercoledì 10 aprile 2019


ACCORDO UE-CINA, CONFINDUSTRIA: BENE GLI IMPEGNI ORA DARE ATTUAZIONE
Fare chiarezza su alcuni aspetti critici per l'industria

 

Roma 9 aprile -"L'accordo raggiunto oggi è positivo, ma alle dichiarazioni dovrà seguire l’attuazione concreta degli impegni”. Così Licia Mattioli, Vice Presidente per l'internazionalizzazione di Confindustria, commenta la dichiarazione finale del vertice Ue -Cina. “Il testo contempla tutti gli aspetti più critici: dall’accordo bilaterale sulla protezione degli investimenti, all’adesione della Cina al Wto sugli appalti pubblici, al rispetto della proprietà intellettuale, al riconoscimento reciproco delle indicazioni geografiche, temi a cui l’industria italiana è particolarmente sensibile. E’ altresì positivo- prosegue la Mattioli - che si menzionino esplicitamente i diritti umani, lo sviluppo sostenibile, i cambiamenti climatici e la cooperazione sulla sicurezza digitale. Apprezzabile anche l’impegno a collaborare per la riforma del WTO, a mantenere l’efficacia dell’accordo sull’Iran ed a fare fronte a livello G20 per la liberalizzazione del commercio. Tuttavia, su alcuni punti di grande rilevanza per le imprese, come il trasferimento forzato di tecnologia o la riduzione della sovraccapacità produttiva nel settore siderurgico, non si è andati molto oltre le formule di rito. L’impressione - conclude Mattioli - è che le parti abbiano sostanzialmente confermato impegni già assunti ripromettendosi di verificare il loro avanzamento al prossimo vertice. Trattandosi di una dichiarazione politica ne condividiamo le basi, ma l’interesse delle imprese è rivolto al conseguimento di risultati concreti in tempi compatibili con le dinamiche del mercato."
 


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.