Per congedi e permessi via libera a tutte le domande

martedì 31 marzo 2020

Da ieri il congedo parentale speciale per l'emergenza coronavirus può essere chiesto da tutte le categorie di potenziali beneficiari. L'Inps (messaggio 1416/2020 ) ha infatti implementato le procedure informatiche adeguandole alle nuove casistiche.


Le platee interessate dal congedo “straordinario” della durata di 15 giorni con indennizzo al 50% del reddito o della retribuzione erano già state definite con la circolare 45/2020 pubblicata il 25 marzo.

 

Quest'ultima, però, rimandava a un successivo messaggio il via libera all'invio delle domande per alcune situazioni. Si tratta dei lavoratori dipendenti che hanno già esaurito il congedo ordinario, così come gli iscritti alla gestione separata, le madri iscritte alle gestioni dei lavoratori autonomi e i padri iscritte a quest'ultime. Inoltre dei genitori di figli con handicap grave che non avevano già ottenuto un'autorizzazione al prolungamento del congedo espressamente previsto per questa situazione (articolo 33 del Dlgs 151/2001).


Inps ricorda che le domande possono essere presentate tramite sito internet, call center, patronati.

 

Distinti saluti

 

 


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.