Cause motivate di rifiuto delle fatture elettroniche alla PA - Pubblicato in GU il decreto del MEF

venerdì 30 ottobre 2020

vi segnalo che lo scorso 22 ottobre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto MEF 24 agosto 2020, n. 132, contenente disposizioni che regolano il rifiuto delle fatture elettroniche da parte delle PA (il testo del Decreto è disponibile al seguente link: https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2020-10-22&atto.codiceRedazionale=20G00148&elenco30giorni=false).

 

Il Decreto attua una norma, sollecitata da Confindustria, che prevede che l’eventuale rifiuto da parte della PA di fatture ricevute tramite il Sistema di Interscambio (SDI) debba essere puntualmente motivato.

 

In particolare, sono state identificate cinque specifiche motivazioni che possono essere inviate dal Sistema, al di fuori delle quali le fatture non possono essere rifiutate.

 

L’intervento è finalizzato a risolvere le problematiche che emergevano in caso di rifiuto immotivato e ad assicurare certezza e obiettività dell’esito dei controlli delle fatture emesse dai fornitori della PA e quindi la velocità della procedura e la puntualità dei pagamenti agli operatori economici che forniscono beni e servizi alla PA.

 

Il comunicato stampa del MEF relativo alla pubblicazione del Decreto è disponibile al seguente link: https://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/comunicati/2020/Fatture-elettroniche-alla-PA-in-Gazzetta-Ufficiale-il-Decreto-che-stabilisce-le-cause-motivate-di-rifiuto/

 

 

GB

 


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.