Ordinanza n. 18 della Presidenza della Regione Sicilia

venerdì 1 maggio 2020

E' stata pubblicata la Ordinanza contingibile e urgente n.18 del Presidente della regione Sicilia.


In particolare l'art. 1 ha previsto l'abrogazione dell'ordinanza n.17 dalla mezzanotte di giorno 3 maggio.


Le limitazioni di ingresso e uscita dal territorio della Regione Siciliana restano invariate e sono disciplinate dal decreto n. 183 del 29 aprile 2020 del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro della Salute, e sue eventuali modificazioni e integrazioni.


All''art. 11 viene previsto per chiunque faccia ingresso nel territorio della regione di registrarsi sul sito internet www.siciliacoronavirus.it, compilando integralmente il modulo informatico previsto; rendere immediata dichiarazione attestante la presenza nell’Isola (comunicandone compiutamente l’indirizzo) al proprio Medico di Medicina Generale o al Pediatra di Libera Scelta, al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale competente per territorio nonché al proprio Comune di residenza o domicilio; di permanere in isolamento obbligatorio presso la propria residenza o domicilio, adottando una condotta improntata al distanziamento dai propri congiunti e/o coabitanti, curando di aerare più volte al giorno i locali dell’abitazione.


I soggetti in isolamento non possono ricevere visite. E’ ammesso soltanto l’accesso di badanti e personale sanitario, a condizione che vengano adottate tutte le precauzioni e le cautele utili ad evitare il contagio.

 

I soggetti in isolamento sono sottoposti a tampone rinofaringeo alla conclusione del termine di quarantena.

 

In base all’art 13 viene riportato in vita l’analogo dettato dell’ordinanza n 17 poiché per espressa disposizione stabilisce il sistema di sorveglianza sanitaria di cui al decreto assessoriale 351 del 24 aprile ovvero l'attivazione del regime di sorveglianza sanitaria per il personale delle imprese di opere e servizi connessi alle attività di cui all'allegato 3 del D.P.C.M. del 10 aprile 2020.

 

Vi sottolineiamo che il comma 2 dell'art . 2 del decreto assessoriale 351 stabilisce la necessità di effettuare una comunicazione al servizio di prevenzione dell'asp di appartenenza 48 prima del rientro del lavoratore nelle attività di cui all'allegato 3 del D.P.C.M. del 10 aprile 2020.

 

GB 

 

Allegati


INIZIO

SEGUICI

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.